GIOGO DEL SECCHIO – Un passatempo molto antico

A COSA SERVE

  • Allenarsi a lanciare con precisione
  • Sviluppare i riflessi

COSA SERVE

  • Un secchiello o un vaso di terracotta.
  • Tappi di bottiglia di sughero o meglio di damigiana.
  • Biglietti e contenitore per il sorteggio delle coppie.
  • Lavagna per segnare il punteggio.

COME SI GIOCA:

Versione di Cella Vinaria

  • Questo gioco si può fare ovunque.
  • E’ un gioco ideale per imparare a lanciare con precisione oggetti in un recipiente di piccole dimensioni.
  • Sorteggiare le coppie che si sfideranno.
  • Tracciare una linea ben visibile a circa 250 cm dal secchio. Se necessario, e se ci sono concorrenti di età diverse, potete disegnare diverse basi di lancio adatte alle diverse età.
  • Sistemare il secchio su un piedistallo ad un’altezza adeguata.
  • Distribuite i tappi (n. 3) al concorrente della prima coppia ed in seguito al secondo.
  • Ogni concorrente, uno alla volta, dovrà lanciare i propri tappi, cercando di mandarne il più possibile nel recipiente in un tempo di un minuto.
  • Il vincitore è il concorrente che avrà lanciato il maggior numero di tappi nel contenitore. In caso di parità, organizzate uno spareggio.


Tutti da bambini abbiamo almeno una volta preso in considerazione il desiderio di diventare archeologi, e sarebbe il caso di farci di nuovo un pensierino perchè, news dell’ultimo minuto, quello dell’archeologo si riconferma uno dei lavori più emozionanti della galassia. 

L’ultima fantastica scoperta in questo campo viene direttamente dalla Turchia dove un team dell’Ege University ha trovato quello che è ritenuto essere il gioco da tavolo più antico del mondo. Il ritrovamento è avvenuto in un luogo di sepoltura risalente all’Età del Bronzo (5000 anni fa), probabilmente appartenente ad individui di un ceto sociale abbastanza alto a giudicare da utensili e altri oggetti rinvenuti sul posto, che tenevano intensi rapporti commerciali con le comunità vicine.

Quello ritrovato sembra essere una sorta di gioco di società, non troppo diverso dal gioco del Senet, nella figura accanto, dotato di un piano di gioco e dei pezzi. Gli archeologi stanno ora cercando di capire quali fossero le regole del gioco, quante persone potessero parteciparvi e altri dettagli, tutto ciò che fin’ora è stato scoperto è che il numero quattro aveva un ruolo fondamentale, ma non si sa bene quale. Chissà cosa dedurrebbero degli archeologi del futuro se trovassero un Monopoli. Probabilmente lo classificherebbero come un innocuo gioco utile a socializzare, ingenui.

P1020617 (3)

ALBO VINCITORI EDIZIONI “GIOGO del SECCHIO”

2014 ⇒ ALESSIO – DANIELE ♠

2015 ⇒ NAYLA – FRANCESCO ♣

2016 ⇒ DAVIDE – ANNA ♦



 

firma-cella